A

AMMORTAMENTO – In contabilità è il procedimento tecnico per ripartire un costo pluriennale tra gli esercizi di vita utile di alcune immobilizzazioni (link a immobilizzazioni) a vita definita (materiali e immateriali). Infatti, quando l’azienda acquista un bene che sarà utilizzato per un lungo periodo, il costo sostenuto viene ripartito in tante quote quanti sono gli esercizi stimati nei quali il bene sarà impiegato.

ATTO COSTITUTIVO – È il documento fondante dell’azienda, firmato dai soci fondatori. In questo si stabiliscono: il nome dell’azienda, le sue finalità, la composizione del Consiglio Direttivo. Solitamente accompagnato da uno Statuto (link alla parola statuto).

AZIENDA – È un organismo economico composto da persone e beni, capitale e forza lavoro, volti alla produzione di beni o servizi.

B

BILANCIO – Documento o strumento contabile grazie al quale si monitorano i movimenti economici di un’amministrazione, pubblica o privata, e si effettua il calcolo delle entrate e delle uscite in un determinato periodo.

BILANCIO D’ESERCIZIO – È l’insieme dei documenti contabili che un’impresa deve redigere ogni anno solare, allo scopo di accertare la situazione patrimoniale e finanziaria e il risultato economico dell’esercizio stesso.

BUSINESS MODEL – E’ il modello organizzativo dell’impresa costruito attorno ai vantaggi competitivi che essa può offrire al mercato ed alle sue competenze distintive rispetto alla concorrenza. Può riguardare un aspetto tecnologico, formale, di mercato, ecc. Alexander Osterwalder, ideatore del Business Model Canvas, lo definisce in questo modo: Il Business Model descrive la logica con la quale un’organizzazione crea, distribuisce e cattura valore.

BUSINESS MODEL CANVAS- Il Business Model Canvas, è uno strumento strategico che utilizza il linguaggio visuale per creare e sviluppare modelli di business innovativi. Consente di rappresentare visivamente il modo in cui un’azienda crea, distribuisce e cattura valore.

BUSINESS PLAN – È un documento di pianificazione e programmazione di un progetto imprenditoriale. Serve per determinare gli obiettivi che l’azienda vuole raggiungere, la strategia da adoperare e ad evidenziare punti di forza e di debolezza.

C

CAPITALE CIRCOLANTE – o working capital è l’ammontare di risorse che compongono e finanziano l’attività operativa di un’azienda, costituito dalla differenza tra le attività correnti meno le passività correnti; è un indicatore utilizzato allo scopo di verificare la capacità dell’azienda di sostenere le spese nel breve periodo.

CAPITALE IMMOBILIZZATO – È la parte del capitale di un’impresa investito in attività, appunto, immobili. Comprende le immobilizzazioni materiali (immobili, impianti, strumentazione), immateriali (brevetti, marchi) e finanziarie (partecipazioni).

CONTO ECONOMICO – È il documento contabile del bilancio di esercizio (link a bilancio di esercizio). Riporta in forma riepilogativa i costi e ricavi di competenza dell’esercizio ed il reddito prodotto dall’azienda nel periodo amministrativo considerato.

COSTI DI ESERCIZIO – Sono i costi che si sostengono durante un intero anno di attività. Si dividono in: costi diretti e indiretti, direttamente o indirettamente attribuibili ad un prodotto; costi fissi, quelli che non subiscono variazioni al crescere o al decrescere delle vendite; costi variabili, che crescono o diminuiscono proporzionalmente alle vendite.

COWORKING – Spazi attrezzati dove svolgere la propria attività di impresa in presenza di altre imprese. Oltre ad avere costi più bassi rispetto alle altre soluzioni (incubatori, uffici tradizionali) presentano il vantaggio della facilità della circolazione delle informazioni tra le imprese ospitate ed il networking tra le stesse.

D

DISCRIMINAZIONE di genere. Consiste in trattamenti diseguali e ingiustificati di lavoratori sulla base del genere. Il comma 1 dell’art. 3 della Costituzione detta il c.d. principio di eguaglianza formale, o principio di non discriminazione, secondo cui tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge, senza distinzioni riconducibili a situazioni personali o sociali.

DOPPIA PRESENZA – Il concetto è stato coniato dalla politica e sociologa Laura Balbo nel 1978, per indicare il doppio ruolo delle donne, pubblico e privato, nella sfera familiare e nel mondo del lavoro. È inteso come un modo per essere partecipi di più esperienze che portano la donna a migliorarsi in entrambi gli ambiti.

E

EMPOWERMENT – Letteralmente significa “accrescere il potere”. È lo strumento di management che stimola i collaboratori di tutti i livelli all’impegno e alla motivazione. Per accrescere l’empowerment sono necessarie politiche di valorizzazione delle competenze, nel caso specifico femminili, per favorire le categorie considerate “deboli”.

ESERCIZIO – Si intende il periodo di tempo, che corrisponde solitamente all’anno solare, in cui si svolge l’attività dell’impresa.

F

FONDO SOCIALE EUROPEO – E’ uno strumento finanziario (definito dall’art. 1 regolamento CE n. 1784/1999) con cui l’Unione Europea promuove l’inserimento professionale, la formazione e l’occupazione. Questi finanziamenti mirano, tra le altre cose, a promuovere le pari opportunità tra uomini e donne, migliorare le competenze professionali, incoraggiare la creazione di nuove imprese o lo sviluppo di quelle già esistenti.

FORMAZIONEprofessionale. Nel mondo anglosassone è chiamata vocational training ed è lo strumento necessario alla nascita di professionalità qualificate, pronte ad entrare attivamente nel mercato del lavoro.

FINANZIAMENTI IN CONTO CAPITALE. E’ la forma di erogazione di finanziamenti che distribuisce ai beneficiari risorse finanziare – normalmente una parte del finanziamento richiesto in un progetto – che non dovranno essere restituite ma utilizzate per raggiungere gli obiettivi indicati nel progetto e realizzare le attività previste.

FINANZIAMENTI IN CONTO INTERESSI. E’ la forma di erogazione di finanziamenti che distribuisce ai beneficiari risorse finanziare destinate a coprire tutto o parte dei costi sostenuti per un finanziamento di terzi.

FINANZIAMENTI IN TERMINI REALI. E’ la forma di erogazione di finanziamenti costituita dalla possibilità di utilizzare dei servizi senza sostenere alcuno costo per la realizzazione di attività legate allo sviluppo di un progetto (ad esempio una consulenza, una formazione, ecc.).

G

GLASS CEILING – Letteralmente “Soffitto di cristallo”, è un termine introdotto negli Stati Uniti dal movimento femminista, per definire la barriera invisibile che si rileva in imprese di struttura e stampo “maschilista”, che tendono ad escludere le donne da posizioni direttive.

H

HOLDING – Società o gruppo finanziario che detiene azioni o quote di altre società, spesso la maggioranza e quindi ne ottiene anche il controllo.

I

IMMOBILIZZAZIONI – Il termine identifica i beni che sono utili per un arco temporale di più esercizi. Possono essere materiali (costi sostenuti dall’azienda per acquisire i beni tangibili) e immateriali (costi sostenuti dall’azienda per acquisire i beni intangibili).

IMPRENDITRICE – Dal Codice Civile (art. 2082), imprenditore è chi “esercita professionalmente un’attività economica organizzata al fine della produzione o dello scambio di beni e servizi”.

IMPRESA – Dal Codice Civile (art. 2082), è un'”attività economica professionalmente organizzata al fine della produzione o dello scambio di beni o servizi”. Da non confondere con azienda che è invece, il mezzo concreto (immobili, sedi, attrezzature, impianti, personale, metodi, procedure, risorse) con cui si esercita l’impresa. Può essere individuale, oppure esercitata da una persona giuridica (link a persona giuridica) e quindi diventare di tipo societario.

INCUBATORE DI IMPRESA – Un luogo dove sono disponibili spazi attrezzati per ospitare imprese; possono offrire anche servizi vari (segreteria, consulenza, ricerca di finanziamenti, ecc.)- cosiddetti incubatori di seconda generazione; alcuni offrono anche attività di networking con imprese e stakeholders del territorio per creare relazioni e opportunità di mercato (incubatori di terza generazione).

INCUBATORE VIRTUALE DI IMPRESA – Un luogo virtuale dove vengono offerti gli stessi servizi dell’incubatore di impresa senza tuttavia disporre di uno spazio per lo svolgimento della propria attività.

J

JOB EVALUATION – Letteralmente “valutazione del lavoro”, è un sistema che permette di determinare il valore di un’attività svolta in azienda rispetto ad altre.

K

KNOW-HOW – Letteralmente “sapere come”, indica il bagaglio di competenze maturate nel settore, necessarie per comprovare la propria competenza e professionalità.

L

LEASING – È una forma di contratto atipica, con cui si ottiene in affitto un bene di qualsiasi tipo, attrezzature mobiliari e immobiliari incluse, per un periodo di tempo determinato, con canoni periodici. Al termine del contratto il locatore può restituire il bene o riscattarlo.

LEGALE RAPPRESENTANTE – Nell’atto costitutivo dell’impresa se ne attribuisce la rappresentanza legale ad uno degli amministratori. Il rappresentante dell’azienda è quindi il delegato della stessa, con effetti vincolanti nei rapporti esterni.

LIFETIME VALUE – Spesso abbreviato con LTV, è un indicatore che misura il valore in termine di profitto prevedibile nel rapporto tra il singolo cliente e l’impresa.

M

MARKETING – È l’insieme delle attività realizzate al fine di proporre ai clienti prodotti o servizi in linea ai loro bisogni e aspettative. L’azione di marketing favorisce l’incontro tra la domanda e l’offerta. Marketing direct: è una tipologia di marketing interattivo, caratterizzato da una maggiore capillarità e selettività, infatti in questo caso la comunicazione è mirata a seconda delle inclinazioni del singolo cliente. Marketing mix: è l’insieme di tutti gli strumenti di marketing dell’azienda che si coordinano e coinvolgono prodotto, prezzo, distribuzione e promozione. Piano di marketing: è la pianificazione strategica del marketing aziendale per cui deve essere effettuata un’analisi del contesto in cui si opera e una definizione delle strategie e degli obiettivi.

MENTORING – Si tratta di una forma di tutoraggio specifica per cui l’imprenditrice esordiente, nel caso specifico, viene seguita passo per passo dall’imprenditrice mentore, al fine di supportarla nello sviluppo di competenze in ambito formativo, lavorativo e sociale.

MISSION – È la “dichiarazione di intenti” dell’impresa, la sua ragion d’essere, che ne definisce gli scopi e gli obiettivi, ciò che la contraddistingue dalle altre.

N

NETWORKING IMPRENDITORIALE o Business. È una relazione di reciprocità con imprese complementari, al fine di creare una rete di scambio di informazioni, buone pratiche, progettazioni congiunte.

O

ORIENTAMENTO PROFESSIONALE – È l’insieme delle attività che hanno lo scopo di supportare e facilitare un soggetto che si trova a fronteggiare una transizione professionale. Concetto di base è che le persone possano scegliere una professione, o in che modo operare nella propria professione, sulla base delle loro caratteristiche, attitudini e capacità personali.

P

PARI OPPORTUNITÀ – Si tratta di un principio giuridico che consente la partecipazione attiva – economica, politica e sociale – a qualsiasi individuo, indipendentemente dal genere, etnia, disabilità, orientamento.

PERSONA GIURIDICA – Si intende quale persona giuridica un soggetto costituito da persone fisiche e beni, uniti per un fine comune, nel caso specifico, l’azienda, a cui l’ordinamento giuridico riconosce capacità giuridica.

POSIZIONAMENTO – È il processo con cui si crea un’immagine dell’azienda nella mente del consumatore, diversa rispetto a quella delle concorrenti. Questo risultato richiede un’analisi attenta del segmento di mercato di interesse e delle specifiche caratteristiche della concorrenza, al fine di ottenere una efficace differenziazione.

PUNTO DI PAREGGIO – o break even point. In economia aziendale indica la quantità necessaria di prodotto venduto al fine di coprire le spese sostenute e chiudere l’esercizio senza profitti né perdite.

R

REENGINEERING – E’ un metodo per risolvere situazioni difficili, causate da risultati insoddisfacenti, tramite il quale si riorganizzano le attività di un’impresa, al fine di migliorare le prestazioni e valorizzare le capacità del personale.

RETRAVAILLER – Letteralmente “rilavorare”, è, appunto, un sistema che aiuta le donne che si sono allontanate per un lungo lasso di tempo dal mondo del lavoro a trovarvi nuovo inserimento.

S

SCHEDULING – Il termine indica la calendarizzazione e la pianificazione dell’impiego di tempi, luoghi, mezzi e risorse umane per lo svolgimento del lavoro.

SEGMENTO DI MERCATO – Non esiste un solo mercato ma una somma di segmenti dello stesso. Ogni segmento è costituito da un gruppo circoscritto di consumatori, accomunati da interessi e necessità affini. Le azioni rivolte a un segmento specifico devono essere orientate secondo desideri e inclinazioni dei suoi componenti e richiedono una adeguata pianificazione di marketing.

SNOWBALL – Letteralmente “palla di neve”, è una strategia di aggregazione adottata in molti progetti formativi a favore di donne, volto a scatenare una “reazione a catena” di associazioni.

STAKEHOLDERS – Si tratta di tutti coloro che hanno interesse a vario titolo verso l’impresa, che siano clienti, fornitori, finanziatori, etc.

START-UP – Con il termine si intende la fase di avvio di una impresa di nuova creazione, che si differenzia dalla tradizionale società per il business model ripetibile e scalabile.

SWOT ANALYSIS – E’ una tecnica di analisi per la pianificazione strategica usato per individuare e valutare i punti di forza (Strengths), debolezza (Weaknesses), le opportunità (Opportunities) e le minacce (Threats) di un progetto o di un’impresa.

T

TARGET – È l’obiettivo specifico che l’azienda si propone di raggiungere per mezzo di una precisa strategia finanziaria, aziendale, commerciale o di marketing.

TIMING – E’ la definizione della tempistica delle fasi di realizzazione di un progetto. Una gestione controllata e una accurata programmazione, possono contribuire alla buona riuscita di qualsiasi tipo di attività.

V

VALUE PROPOSITION E’ la proposta di valore che un’azienda offre al mercato. Deve essere valutata in linea con quello che è il valore percepito dal cliente obiettivo, ovvero la differenza tra costo sostenuto e valore acqusito attraverso l’acquisto di un prodotto o un servizio.

VISION – Con il termine si indicano gli ideali, i valori e gli obiettivi della dirigenza dell’azienda; indica la direzione verso la quale si vuole sviluppare l’impresa.